Tags

Related Posts

Share This

Il garantismo a senso unico dei furbetti di botteghe oscure

Fassino Se consegni un avviso di garanzia al Presidente del Consiglio in carica e fai il giornalista del Corriere, tutto va bene. Se pubblichi le intercettazioni fatte al Governatore di Bankitalia, tutto va bene. Se invece lo fai con le intercettazioni del segretario del primo partito dell’opposizione, apriti cielo. Doverose le indagini sul giornalista de “Il Giornale” che ha pubblicato intercettazioni che dovevano essere secretate, ma quello diessino è il più classico degli esempi di “garantismo a senso unico”. Tutto va bene,se lo fanno loro. Va bene che falliscano le Coop e la gente rimanga con un pugno di mosche in mano. Va bene colpire gli avversari politici a colpi di magistratura. Va bene pubblicare intercettazioni, va bene fare le scalate alle banche, tifare e sistemare il mercato. Comprare Telekom Serbia, ingaggiare capitani coraggiosi, fare di palazzo Chigi una Merchant Bank. Tutto e il contrario di tutto. Ora che escono gli altarini, i compagni sono rossi di vergogna. Ma a chiarire non ci pensano proprio. Dove diavolo è finito Piero Fassino? Sparito! Non si vede più da settimane, parla solo Vannino Chiti (il preferito da Watergate). Lo stato del Centrosinistra italiano è desolante.