Tags

Related Posts

Share This

Un uomo misero che si candida a governare

“Una vicenda terrificante rispetto alla quale si consiglierebbe di non fare strumentalizzazioni politiche, soprattutto da parte della maggioranza che avendo governato cinque anni non ha stabilito alcuna norma più severa per chi commette delitti efferati” Nemmeno di fronte ad un bambino ucciso a badilate, nemmeno di fronte a un padre messo per un mese sulla graticola mediatica, nemmeno di fronte ad una madre straziata dal dolore. Niente, glaciale, come sempre, ha sparato sul governo Berlusconi. Cosa serve a Rutelli per dimenticarsi di essere in campagna elettorale? Cosa gli serve per togliersi la bava alla bocca con cui aspira a una poltrona di qualunque tipo e fare un discorso che abbia un minimo di serietà? La cosa che mi sconvolge e mi avvilisce in questa faccenda è che Francesco Rutelli e la sua Margherita sono considerati l’ala moderata della coalizione “guidata” da Romano Prodi. Ma questi sono fatti così: il potere prima di tutto. E pazienza se per per avercelo serve la memoria di un bambino di 18 mesi, ucciso perchè piangeva. L’importante era attaccare Berlusconi. Che schifo.