Tags

Related Posts

Share This

Si chiude l’era Biagi

E’ ufficiale, Cesare Damiano è il nuovo ministro del Lavoro. Una pessima notizia. Prima di tutto perchè Lavoro e Welfare andavano tenuti insieme e invece sono stati divisi (così da accontentare tutti), secondo perchè Damiano lo conosciamo bene e non ci ispira fiducia. Ha scritto un libro sul welfare con Tiziano Treu. Siccome il Welfare va a Ferrero vi facciamo solo notare che Damiano è quel che si dice uno statalista duro e puro. Qui la recensione. Ma siccome il nostro nuovo ministro si occuperà prevalentemente del cosiddetto pacchetto Biagi, sentiamo cosa diceva a riguardo non molto tempo fa. “L’innovazione finisce per essere soprattutto il forte ingresso delle strutture private che corre, però, il rischio di frantumare le iniziative sul mercato del lavoro, con un processo di dispersione eccessivo. Oggi, infatti, possono intervenire una pluralità di soggetti privati, perfino i consulenti del lavoro. Come se l’occupazione fosse una merce privata! Io questa legge non la condivido perchè introduce elementi di precarizzazione nel mercato del lavoro che sono l’opposto della buona flessibilità degli anni ’90.” Ci siamo giocati il futuro. Adesso spero ceh quel poco di liberale che c’è nella Rosa nel Pugno si renda conto, magari in ritardo, della responsabilità che si è presa nel consegnare il paese a certa gente. Auguri.