Tags

Related Posts

Share This

Rimpianti/3 (Camilleschi)

Il governo, nella sua fascia alta, sembra una bella e autorevole puntata di Porta a Porta. I sottosegretari sono una cosa da pazzi. Vi segnalo Elidio De Paoli allo sport. Elidio De Paoli è il leghista-saddamita che con la sua listarella scissionista ha dato 45 mila voti all’Unione. Agli Esteri, con l’eccezione di Gianni Vernetti, la situazione è disarmante: Bobo Craxi, Intini, l’ex comunista unitario Famiano Crucianelli, la rifondarola movimentista Patrizia Sentinelli e l’ex responsabile delle politiche latinoamericane dei Ds Donato Di Santo. Fossi in Rumsfeld, ritirerei le truppe da Sigonella. Ah, Paolo Cento è sottosegretario all’Economia, forse perché lo chiamavano Er piotta. Inenarrabile alla Giustizia di Mastella: i due vice sono Luigi Manconi e Luigi Li Gotti. Chi sia Manconi lo sanno tutti. Luigi Li Gotti è l’avvocato dipietrista, già avvocato della famiglia Calabresi