Tags

Related Posts

Share This

Noi,rivoluzionari dell’aperitivo lungo…

…ci siamo rotti le palle. L’unico vitigno bianco friulano “autoctono” si chiama Tokaj. O Tocai. O Tocaj. Come diavolo vi pare. Ma c’è un problema. L’Ungheria ha un vino che ha lo stesso nome. Solo che il loro, a differenza del nostro, è un vino passito,un vino muffato, un vino da dolce e chi più ne ha più ne metta. Tutta un’altra cosa rispetto al Tocaj con cui facciamo “cin cin” per l’aperititvo quassù nelle valli del Friuli ubriacone. E così noi (si,noi)dobbiamo cambiare nome al nostro vino,che da oggi diventa ufficialmente “Friulano”. Bellissimo, ma a me non piace. Non perchè non condivida il richiamo al Friuli o quant’altro, ma perchè quando entri in un’osteria e chiedi un bianco ti danno un Tocaj, non un Friulano. Porca vacca. Io mi ribello, inizio la mia disubbidienza civile.E siccome non posso e non voglio boicottare il vino che più mi piace, continuerò a chiamarlo Tocaj. Fanculo l’Ungheria, mi difende Napolitano.