Tags

Related Posts

Share This

E tu sei troppo bella…

Si, proprio tu. Oggetto di scontro, polemiche, attacchi, invidie. Proprio tu, con i tuoi difetti, le tue crisi esistenziali, la tua voglia di crescere e la tua paura di esser grande. Proprio tu, che ci fai arrabbiare, lavorare anche la notte, sorridere, sperare. Sei troppo bella. Troppo bella per descriverti solo con una pagina web, con delle sezioni, con dei primi livelli. Bisogna conoscerti,per apprezzarti. Bisogna guardarti da vicino, negli occhi dei tuoi cittadini, di quelli che nella vita reale si battono,che sgomitano e poi scrivono il loro pezzettino e danno vita a quel miracolo che sei. Bisognava esserci a Sestri Levante, per capire qualcosa che forse non è chiaro. Quanto sei bella, realmente bella. Perchè la bellezza virtuale, l’appeal internettiano, la fugace gloria dei link non rendono giustizia a 900 blog, a centinaia di bloggers e a chissà quante anime che nei tuoi quartieri vivono, irrequiete o addormentate. Magari sono solo disincantato, magari sono solo un povero illuso, o magari ci ho visto giusto. Nessuno ce lo potrà dire con certezza; ma c’erano un sacco di cose belle sulla riviera ligure questo week-end. E non erano solo le spiagge, le turiste tedesche, le bellezze naturali. C’era qualcosa di più. C’era la società civile che si da voce, che cerca uno spazio, che vuol farsi sentire. E vuol farsi sentire con la passione politica che batte nel cuore di ognuno di noi. Una passione reale, come la tua bellezza. Perchè a me piaci così, Tocqueville, contraddittoria e sempre in movimento. Verso un mondo migliore, bello almeno quasi quanto te.