Tags

Related Posts

Share This

Mi mancherete,altro che…

Attenzione:post scritto di ritorno da un aperitivo chilometrico,solo per cambiare camicia e prima di andare a ballare. Seguirà lungo silenzio. Facciamo un paio di premesse: adoro Tocqueville come poche cose al mondo, credo a Tocqueville ciecamente e credo che il progetto sia rivoluzionario. Ho avuto il piacere e l’onore di conoscere di persona quasi tutti i membri della redazione e vi assicuro che siamo un gruppo splendido; anzi un gruppo fortissimi fatto di gente fantastici. Tutte le polemiche di questi giorni mi fanno davvero star male, perchè mi dispiace, perchè so che tutti vorremmo fare di più e meglio e perchè sono sicuro della buonafede di ognuno. Siccome non ho la capacità, la leadership e i mezzi per farlo mi sono sempre guardato bene dall’emettere giudizi o cercare di risolvere problemi. Ho fatto quello che mi riesce meglio: lavorare per migliorare le cose, senza pensarci su tanto. Per questo motivo non ho mai preso posizioni pubbliche,anche se questo non significa che io una mia precisa opinione ce l’abbia. Non esprimerò critiche o analisi,nemmeno qui. Solo i miei sentimenti. In questi tre giorni ho perso quattro compagni di viaggio in questa esperienza, quattro persone a cui ero legato e che considero persone splendide, prima che bloggers validissimi. Per questo e altri motivi che tengo per me,ci tenevo soltanto ad informarvi che la mia città non è più la stessa senza di voi. Ciò non significa che non sia bella, significa solo che la sento un pò meno mia. Ma io vi aspetto qui,sicuro che tornerete. O che vi verremo a riprendere. Dedicato a  Harry,compagno di aggregazione venerdese nonchè mio iniziatore Calimero, abile contrattatore di poltrone ministeriali Watergate,senza la sua timeline come si fa? Robinik, number one.