Tags

Related Posts

Share This

Unimagazine, la libertà contro il monopolio

Il monopolio mediatico come scusa contro ogni tipo di sconfitta non può funzionare a lungo. Non può essere la maschera dietro cui una destra moderna si nasconde, e il motivo è molto semplice. La comunicazione del futuro e il suo strumento privilegiato (internet) offrono spazi gratuiti e strumenti facilissimi per “fare comunicazione”, a tutti i livelli. Conteranno le idee, la capacità di mobilitarsi, la voglia di essere presenti. Brillante esempio di questo “trend” è Unimagazine, il portale sull’università ideato e diretto da Roberto Chibaro. Al meeting di Azione Universitaria c’era anche lui e ha raccontato ai giovani di An come sia nata l’idea di un network telematico che si occupasse di Università. La molla è stata la presenza di un portale ben avviato come Studenti.it che,sottotraccia, con una scelta mai dichiarata ufficialmente, ha finito con il proporre contenuti (articoli, inchieste, interviste) politicamente orientati a sinistra. Unimagazine non vuole essere un portale di centrodestra, vuole essere semplicemente un portale libero,che sfida altri prodotti analoghi e li invita a confrontarsi. Ma l’intervento di Roberto è molto di più che una fotografia dei siti di destra e di quelli di sinistra. E’ una riflessione spesso amara di come la destra italiana abbia snobbato lo strumento dell’aggregazione virtuale e abbia finito per concedere un grosso vantaggio alla sinistra, sempre abile ad occupare spazi, anche sul web. Ma non dev’essere un freno, questo. Perchè la rete è grande e occuparla tutta è impossibile. Così Roberto invita ad essere maggiormente attivi, a coinvolgerci l’un l’altro con maggior entusiasmo, a cercare il passaparola virtuale. Perchè gli strumenti ci sono, costano poco e danno grandi possibilità. A partire da Unimagazine.