Tags

Related Posts

Share This

Orange Censorship

Pochi giorni fa, sull’homepage di Conservative Home, è apparso un post a metà tra il provocatorio e l’ironico in cui uno stimato professionista dell’azienda Orange elabora un dizionario immaginario chiamato “Lefty Lexicon”, in cui vengono rivisti moltissimi termini in chiave “leftish”. Capita così che “Community leader” sia per Inigo “someone plucked from obscurity to represent ‘the views of the community’ for the purposes of ‘consultation’. NB never elected to this position” e che il fascismo diventi ciò che è per davvero, ossia “apparently the ‘opposite’ of Socialism – despite sharing party members, ideology and – in National Socialism – the name“. Il nostro Inigo,però, commette un peccato mortale. Assieme a fascisti e nazisti cita anche mussulmani, palestinesi e terroristi. La ditta per cui lavora, Orange, viene subissata da mail di protesta e decide di sospendere il proprio dipendente per condurre un’inchiesta dettagliata. Speak Corner: Il post incriminato Indipendent, Guardian, Telegraph Conservative Home, Conservative Home/2, Ian Dale, Guido Fawkes, Samizdata, NoseMonkey, Hurry-up-Harry, Uss Neverdock, Dizzy Thinks, Chicken YoghurtTim Worstall, The Register, The Corner