Tags

Related Posts

Share This

La Rabbia di averti perso, l’Orgoglio di averti avuto

Se ne va così, non a modo suo. Se ne va, silenziosa e riservata, dopo che dalle colonne del Corriere aveva suscitato polemiche infinite. Se ne va lasciandoci un vuoto grande. Perchè sarà stata pure contraddittoria, sarà stata pure eccessivamente polemica, ma Oriana Fallaci è stata una grandissima del nostro tempo. Ha vissuto il dramma dell’undici settembre da New York dove abitava, ne ha percepito il dramma e il travaglio interiore. E poi è venuta a raccontarcelo, con il suo stile. Per molti “La Rabbia e l’Orgoglio” è stato un pugno nello stomaco che ha risvegliato dal torpore, per altri un semplice delirio. Non è mai stata donna di ampi consensi, Oriana, anzi. Ha sempre diviso, fatto discutere, suscitato tensioni. La sinistra, dopo averla portata per anni  come esempio, l’ha velocemente scaricata; la destra non l’ha mai realmente valorizzata. Rimane l’amaro sapore in bocca di quel seggio da senatrice a vita che avrebbe dovuto essere suo; per quello che ha detto, per quello che fatto, per quello che ha rappresentato. Ciao, Oriana.