Tags

Related Posts

Share This

Non svegliate i liberali

Per l’amor di Dio, non svegliateli che stanno dormendo così bene. Tra un’aspirina regalata da Bersani, un matrimonio “anomalo” ricevuto in dono direttamente dalla Pollastrini, una passeggiatina con D’Alema, un insulto a Tremonti, un ricordo di quanto poco fosse liberale Berlusconi e un tavolo dei Volenterosi. E tutto questo mentre sta per essere approvata la peggior finanziaria degli ultimi 30 anni. Però vuoi mettere? Tempo due anni e non esisteranno più le licenze dei Taxi,ci saranno le aspirine alla Coop, saranno aboliti gli ordini professionali. Oddio,certo, continueremo a pagare la benzina più degli altri paesi, l’energia costerà carissima e avremo dei bellissimi vestiti cuciti da bambini cinesi prima di morire. Liberalizzati però, sia i bambini che i vestiti. Ma ci sono problemi più grandi da affrontare. Qualcuno si è azzardato a dire che,insomma, Pineira proprio un cretino non era e la riforma delle pensioni che ha fatto farebbe bene pure a noi. E il problema ancor più grosso è che non si può dire perchè Pineira era ministro di Pinochet. A noi Pinochet non manca neanche un pò, anzi. Ci mancano, invece, i liberali. Quelli veri. Quelli che se dici una cosa diversa dal loro pensiero debole (più debole che pensiero) non sono lì pronti a lanciarti una fatwa. Liberalizzata, ovviamente.