Tags

Related Posts

Share This

Io sto con TPS

Ha detto che Confindustria ragiona come un partito, si muove come un partito, esterna come un partito. E ha pienamente ragione. Anche se il mio giudizio sulla Finanziaria è lo stesso di Confindustria, è il metodo che è inaccettabile. I vertici industriali di questo paese vogliono fare l’agenda politica, dimenticandosi di essere solo una parte sociale. Combattere la sindacalizzazione dell’Economia significa anche combatterne la Confindustrializzazione. Se Montezemolo vuole fare politica si dimetta e si candidi, ma lo faccia subito. Fare politica per cinque anni dal pulpito dei convegni “superpartes” e sfruttare quel credito è fastidioso ed antidemocratico. Che poi, diciamocela tutta: i vertici di Confindustria rappresentano solo sè stessi, la loro smania di potere e il loro bisogno di sentirsi indispensabili. Gli industriali, quelli veri, non sono cresciuti sotto le gonne di Mamma Fiat e al tavolo imbandito di Casa Agnelli. Hanno lavorato duro per produrre ricchezza e occupazione e sono quelli della standing ovation al Berlusconi di Vicenza e del malcelato fastidio per la politica di palazzo.