Tags

Related Posts

Share This

MeniaMania

Tutto bene ieri all’assemblea che doveva sancire la fusione a freddo tra Forza Italia e An. Fusione un pò più a caldo del previsto con un intervento intenso e puntuale di Isidoro Gottardo e un altro, di grande spessore, del Presidente Tondo. Mi ha letteralmente entusiasmato, però, Roberto Menia. Coordinatore Regionale di An, bollato spesso come “nostalgico”, ha riempito i cuori della platea parlando di cose così banali che nemmeno si usano più: democrazia, militanza, partecipazione, preferenze, selezione della classe dirigente. Un discorso bello, perchè sentito e sincero. Il passaggio migliore sulla libertà. “Che libertà può avere un parlamento in cui tutti sono nominati?”. Già, caro Menia, ce lo chiediamo sempre anche noi. Poi ha fatto il solito richiamo alla Nazione. A Dio, Patria, Famiglia e compagnia briscola. In molti si sono concentrati su quello, ma il cuore dell’intervento era altrove. E’ che, ogni tanto , fa comodo ascoltare quel che si vuol sentire e non quel che uno dice.