Tags

Related Posts

Share This

Shame on you, Washington Post

Questa volta non ci credo. Non perchè sono preconcetto o di parte ma per la banale ragione, caro  Washington Posto, che lo stesso giro che hai fatto tu l’abbiamo fatto pure noi. Non trovo il link, ma c’è un pezzo del Wp di qualche giorno fa che racconta di headquarters repubblicani deserti e di gente ormai demotivata. Cazzate. Siamo stati ad Arlington, Sterling, Woodbridge, Gainesville, Manassas e qualche altro che adesso scordo e dovunque abbiamo visto uffici pieni di gente (tanti giovani, by the way) lavorare al telefono, sui pc, imbustare lettere, piegare volantini, ecc. Che questa campagna si possa perdere è nelle cose. Che i media debbano inventarsi le notizie, anche. Quel che non ci sta è farsi prendere in giro in questo modo.