Tags

Related Posts

Share This

Virginia on my Mind

Torniamo ad occuparci di cose serie. Mancano ormai meno di due settimane all’elezione per il governatore della Virginia e il repubblicano Robert McDonnell viaggia con un vantaggio in doppia cifra (+10,9%) sul democratico Creigh Deeds nella media dei sondaggi di Real Clear Politics. Nelle rilevazioni di ottobre, il vantaggio minimo è quello registrato da Rasmussen Reports (+7%), mentre quello massimo è stato rilevato da Survey USA con uno strabiliante +19% (59% contro 40%). Perfino il sondaggista democratico Public Policy Polling vede McDonnell davanti a Deeds di 12 punti percentuali (52% contro 40%). Malgrado la telenovela della “tesi ultra-conservatrice” scritta da McDonnell vent’anni fa, malgrado la tambureggiante campagna di stampa del Washington Post, malgrado gli endorsement a pioggia per Deeds che arrivano dai mainstream media (perfino della Pennsylvania), il popolo della Virginia sembra orientato a scegliere nuovamente il GOP dopo la parentesi obamiana del 2006. La battaglia non è ancora finita, sia chiaro – e una disperata october surprise potrebbe ancora essere dietro l’angolo – ma la sensazione che l’Old Dominion possa tornare a casa si rafforza ogni giorno che passa.