Tags

Related Posts

Share This

Più bravi di noi

Ha vinto Bersani e hanno votato in tanti. Queste due cose, per chi ama la Politica, sono importanti: partecipazione popolare e legittimazione rendono un’elezione, una qualsiasi, un momento importante per un popolo. Quello del Pd ha scelto Bersani ma, cosa fondamentale, ha scelto di esserci, di contarsi, di confrontarsi. Chi scrive non riesce a nascondere un pizzico di invidia per quanto succede sulla riva sinistra del fiume e proprio non riesce a non dispiacersi del fatto che il centrodestra non sappia importare un modello, quello americano delle primarie, che dovrebbe essere nel dna di una forza autenticamente conservatrice (nel senso anglosassone del termine) e riformista come quella che aspiriamo a costruire. Merito, competizione, opportunità: sono le parole su cui abbiamo fondato un credo sociale, politico, economico. Poi, però, ce ne siamo pressoché dimenticati , li abbiamo rinchiusi nel cassetto e abbiamo sfoderato una buona dose di immobilità sostanziale. Il posto fisso di Tremonti, tra parlamentari nominati e un partito senza democrazia interna, è già realtà. Almeno in politica.