Tags

Related Posts

Share This

Pdl, la lezione delle primarie

Per il centrodestra italiano, l’altro ieri, è stata una di quelle domeniche in cui ti siedi e guardi gli altri giocare. Gli altri sono il popolo del Pd, quello che si è messo in fila ed è andato a votare ai gazebo. Uomini e donne che in una domenica di sole hanno scelto di dedicare un quarto d’ora del dì di festa per questo rito democratico che ad alcuni appare naif, ad altri una straordinaria intuizione. Io sono tra i secondi ma, ammetto, non è mai facile giudicare i partiti diversi dal tuo. Perché in politica vige la regola del “tanto peggio, tanto meglio” più che quella che “l’erba del vicino è sempre più verde”. E quindi giù a smontare, smitizzare, minimizzare le primarie del centrosinistra. Va bene, è un giochino, anche simpatico. Ma rimane un giochino al massacro. Simone Bressan, Giornalettismo