Tags

Related Posts

Share This

Tea Party all’italiana

Sono due blogger di Tocqueville molto distanti tra loro: JimMomo e Giova. Per adoperare categorie “americane”, il primo appartiene al filone libertarian; il secondo a quello dei social conservatives. E rappresentano bene due dei filoni ideologico-culturali che compongono una classica coalizione di centrodestra, in Italia come negli Stati Uniti. Di solito hanno opinioni anche sensibilmente diverse su molti temi, dall’economia alla bioetica, dalla politica estera all’immigrazione. Oggi, però, un argomento li unisce: il rifiuto della candidatura di Renata Polverini alla presidenza della Regione Lazio. Io, che sono fusionista, mi trovo in sintonia al 100% con loro: che senso ha, per la destra, vincere le elezioni per poi ritrovarsi con un governatore di sinistra (o che vuole attuare politiche di sinistra, che poi è la stessa cosa)? àˆ arrivato il momento, anche da noi, di un moto di ribellione dal basso come quello che ha impedito la vittoria della “rino” Dede Scozzafava a NY-23. Anche a costo di perdere una elezione.