Tags

Related Posts

Share This

La manifestazione in 10 punti

1) Roma ci accoglie con un bel sole primaverile e Franco che ci racconta del suo viaggio in India. Quasi ci convince a sottoporci a pericolose operazioni chirurgiche a Bangalore, poi anche su suggerimento di Andrea ci ripensiamo. 2) Metro A, direzione Colli Albani. Luogo inesplorato da Andrea che sostiene di non essersi mai spinto oltre la fermata Furio Camillo. Valichiamo le colonne d’Ercole della Via Appia e sbarchiamo al punto del raduno. 3) Incontro con Francesco (finalmente!). E il duo Bressan&Sciotto torna a fumarsi un sigaro insieme dopo tanto tempo. 4) Il bus della Giovane Italia è carino, c’è musica così così: Andrea come dj andrebbe certamente meglio. E anche io da qualche giorno c’ho una playlist decisamente speciale. 5) Il pullman udinese è fermo sulla Salaria causa Tir radicale ribaltato. I ragazzi vanno a farsi un panino con Alfredo Milioni 6) Passiamo da Mc Donald’s, Andrea svaligia il banco, io prendo uno shake al ciocco …e zio Mc vince sull’amore, sull’invidia e sull’odio. 7) Krilla compra sundae per tutti. 8 ) Andrea off records racconta del nostro viaggio in Virginia e del barbiere di Woodbridge 9) Finiamo a parlare di sondaggi. Ops, di ippica 10) Inizia la manifestazione..ma questo lo potete leggere anche sul Corriere. Il popolo del Pdl c’era tutto, oggi. E il morale sembrava anche decente. La Polverini torna a correre nei sondaggi e pure in Puglia le cose vanno meglio. Rimane il dubbio su Liguria e Piemonte che sembrano ancora orientate a sinistra. Per il resto la piazza è sempre una bella cosa. Si va, si incontra gente, ci si diverte. Dopo c’è un bel ritorno in macchina verso casa Mancia, parlando di cose serie e anche no. Poi i bimbi, regali da scartare. E puntarelle. Tante puntarelle. Io ho passeggiato un po’ per Roma e mi sono goduto almeno un pezzettino di questo squarcio di primavera atmosferica e personale: Roma non mi è mai sembrata così chiara.