Tags

Related Posts

Share This

1,X,2

Nick Clegg: è il vincitore assoluto di questo primo dibattito. Ha interpretato al meglio il ruolo di terzo incomodo, si è dimostrato sciolto e spigliato, ha attaccato tutto e tutti e l’ha sparata grossa un paio di volte. Sa che non dovrà governare e può permettersi il lusso di dire tutto e il suo contrario. Efficacissimo il suo costante rivolgersi al pubblico chiamando per nome chi gli aveva fatto la domanda. David Cameron: è andata bene, non benissimo. La posizione l’ha molto favorito, stando al centro è riuscito a dominare la scena e a fare spesso la figura di quello che imponeva il ritmo alla gara. In un uno contro uno con Gordon Brown avrebbe vinto 6-0 , 6-0 ma la presenza di Clegg lo ha un po’ ridimensionato. Poco aggressivo per scelta e assolutamente istituzionale nei modi e nei toni. Bene alcuni slogan ripetuti perché restassero in testa alla gente e benissimo sui temi economici. Il che lascia intendere che il prossimo dibattito potrebbe andare anche meglio. Gordon Brown: Avrebbe potuto perdere di brutto, invece ha limitato i danni. Poco televisivo, ma questo già si sapeva, ha giocato gran parte del dibattito sulla difensiva. Un paio di affondi intelligenti contro Cameron e l’ossessione di ribadire di “essere d’accordo con Nick” per allinearsi al vincitore di questo primo dibattito.  Il calendario è dalla sua, i prossimi dibattiti dovrebbero essere, almeno in teoria, più facili.