Tags

Related Posts

Share This

La differenza

La sottile differenza tra un Paese che ammiro e uno che inizio a non sopportare più sta tutta nella capacità di selezionare e rinnovare la classe dirigente. In Ighilterra Gordon Brown ha perso le elezioni (e nemmeno così male). Ha chiamato tutti e ha detto “Thank you and Goodbye”. Quattro anni prima toccò a Michael Howard, sconfitto da Tony Blair, dire goodbye al Partito Conservatore, lasciando il campo a David Cameron. Il Labour Party oggi guarda con attenzione alla sfida tra i due Miliband (Ed e David) e lo fa governata da un Primo Ministro di 43 anni e da un Ministro delle Finanze di 38. In Italia quando qualcuno perde le elezioni o grida al complotto o tesse la tela per il ritorno.  Abbiamo un parlamento di mai eletti e governi di gente che è sempre stata lì e sempre ci starà. La crisi italiana è sintetizzata nell’incapacità cronica di una classe politica che, troppo impegnata a reiterare il presente, non riesce ad immaginare un futuro per questo paese.