Tags

Related Posts

Share This

Un passo indietro

A Pordenone un bambino down, figlio di egiziani, si è visto negare la possibilità di accedere all’assistenza e al sostegno scolastico perché i genitori non sono residenti in Regione da almeno tre anni. Colpa – o merito, secondo alcuni – delle nuove norme regionali in materia, approvate su proposta della Lega Nord e che richiedono un periodo di residenza qualificato per poter beneficiare del welfare regionale. La Lega punta alla pancia dell’elettorato e lo fa anche piuttosto bene. Il Pdl, troppo spesso, ha paura di contrapporsi a un partito che alterna sapientemente demagogia e realpolitik. Il buonsenso, però, andrebbe preservato e negare l’assistenza a un bambino down perché non abbastanza friulano è cosa indegna per un paese civile e per una regione come la nostra. Iniziamo a chiamare le cose con il loro nome. Questo non è né razzismo né difesa degli italiani, è semplicemente barbarie. Facciamo un passo indietro e facciamolo fare anche alla Lega. Adesso.