Tags

Related Posts

Share This

No alla resa dei conti!

In poche ore non si può riscrivere la storia di un partito,  far fuori dai vertici gente con cui quel partito lo hai fondato, punire il dissenso perché fastidioso. Non si può fare tutto questo senza che vi sia un passaggio democratico, uno straccio di congresso o di discussione interna. E’ illiberale. E sbagliato. E, soprattutto, non si promuovono gli amici e si fanno fuori i critici solo perché si pretende una perenne resa dei conti. Per questo motivo, a cinque anni di distanza, esprimo di nuovo tutta la mia solidarietà a Gasparri, La Russa e Matteoli per come sono stati trattati da Fini per far posto a Martinelli.