Usa 2010 – Round-Up

– Sotto il blando titolo ” GOP Well Positioned Among Likely Midterm Voters“, l’ultimo sondaggio di Gallup sul generic ballot nasconde numeri da incubo per il partito democratico. I repubblicani sono davanti “solo” di 3 punti percentuali tra i registered voters (46-43), ma schizzano a +13% (53-40) tra i likely voters in uno scenario di alta affluenza alle urne e addirittura a +18% (56-38) con un lower turnout. Commenti su FiveThirtyEight, Weekly Standard, The Politico, The Hill, Hugh Hewitt, Politics Daily, RedState, The AtlanticHot Air, National Review e American Spectator

Notizie (leggermente) migliori per i democratici arrivano dagli ultimi sondaggi di ABC/Washington Post e Rasmussen Reports. Michael Barone, sul Washington Examiner, analizza le differenze tra i numeri di Gallup e quelli di Rasmussen.

Come conservare il proprio seggio alle elezioni di mid-term? Don’t mention that you’re a Democrat.

James O’Keefe risponde alla CNN. Jim Hoft, su Gateway Pundit, è soddisfatto dalle sue spiegazioni. Ma secondo Kenneth P. Vogel, su The Politico, molti «powerful conservatives» lo stanno abbandonando.

Dopo Nate Silver al New York Times e Jay Cost al Weekly Standard, Pollster.com (di Mark Blumenthal) sbarca su The Huffington Post.

– I guai, per i democratici, cominciano dal mid-west.

– Obi Wan, la fonte misteriosa di Jim Gerathy su The Campaign Spot, ci regala qualche «osservazione veloce» su California e Kentucky.

– Il vero rischio per i repubblicani alle elezioni di mid-term? Secondo Dick Morris si chiama «under confidence».

– Sventagliata di sondaggi pubblicata da Fox News (l’istituto di ricerca è Pulse Opinion Research, uno spin off di Rasmussen) su tre seggi democratici al Senato che fino a qualche mese fa sembravano inattaccabili (Nevada, West Virginia, Connecticut) e su due seggi repubblicani che sembravano a rischio (Missouri, Ohio). Ebbene, secondo POR i democratici resistono soltanto in Connecticut, con il +10% di Blumenthal sulla McMahon, mentre per il momento soccombono in Nevada (Angle +3%), West Virginia (Raese +5%), Missouri (Blunt +8%) e Ohio (Portman +16%).