Balcanico

Illuminante il pezzo di oggi sul Corriere a firma Marco Imarisio. Racconta di un Pdl friulano balcanizzato dalle mille correnti. E racconta di gente che dispensa soluzioni a buon mercato. Ci sono quattro candidati sindaco a Trieste, tutti di centrodestra. E ci sono parlamentari non più amici che dibattono sui problemi e sulle possibili soluzioni. Che fare? – Problemi scottanti del nostro movimento è il titolo di uno dei più importanti scritti politici russi, vergato da Vladimir Ilič Uljanov in arte Lenin nel lontano 1902. E’ un piccolo romanzo fantascientifico ambientato agli inizi degli anni 2000 e che racconta le avventure di un partito italiano, le sue frustrazioni, il disincanto degli aderenti, la spocchia dei dirigenti. Si adatta benissimo alla situazione friulana. Dove a nessuno, ma proprio a nessuno, è venuto in mente di nominare la parolina magica che risolverebbe ogni problema: primarie. Per la scelta del candidato Sindaco di Trieste, di Udine, di Pordenone. Per i parlamentari, soprattutto per quelli. Ché saremmo anche un po’ stanchi di sentir parlare di soluzioni e di vie d’uscita dagli stessi che hanno creato i problemi e ci hanno cacciato a gran forza in questo vicolo cieco.