Disco Rotto

Il Sindaco di Udine, Furio Honsell, è l’esempio perfetto di cosa è diventato il 25 Aprile per alcuni illuminati esponenti della sinistra italiana.

L’anno scorso, durante il consueto discorso in Piazza Libertà, si fermò a parlare di Costituzione ed espresse questo originale pensiero:

“Vergogna per chi quotidianamente tenta di calpestarla! Per chi tenta di modificarla attraverso percorsi diversi da quelli che essa stessa prevede, che sono percorsi di condivisione popolare! E orgoglio per i giudici della Corte Costituzionale che hanno il coraggio di opporvisi!”

Quest’anno, invece, dopo un anno di fervide rielaborazioni sul tema e un sacco di acqua passata sotto i ponti ha sentito il bisogno di accogliere l’appello del centrodestra ad evitare strumentalizzazioni politiche e ha sentenziato:

“Vergogna dunque per chi quotidianamente tenta di calpestare la Costituzione! Per chi tenta di modificarla attraverso percorsi diversi da quelli che essa stessa prevede! E orgoglio per il Presidente Napolitano e i giudici della Corte Costituzionale che hanno il coraggio di opporsi e difenderla con la sola forza della loro Ragione!”

Un disco rotto.