Newt is Back!

Mentre indignati e polizia se la danno di santa ragione davanti a Wall Street, un fantasma si aggira tra le pieghe delle primarie repubblicane. E’ un fantasma che viene da lontano, ha i capelli bianchi, trascorsi esaltanti ma anche estremamente problematici (“his baggage has baggage” ha scritto Joan Walsh su Salon) e l’innata capacità di apparire più intelligente di qualsiasi interlocutore con cui abbia a che fare. Si tratta di Newt Gingrich, lo Speaker repubblicano della Camera diventato celebre grazie al Contract with America e per la relazione extra-coniugale intrecciata (con quella che sarebbe poi diventata la sua terza ed attuale moglie, Callista) proprio mentre cercava di organizzare l’impeachment ai danni di Bill Clinton per lo scandalo Lewinsky. Newt, una delle figure più affascinanti (e più discusse) della politica a stelle e strisce, è recentemente approdato nella top-tier dei candidati repubblicani alle primarie, grazie a una serie – per certi versi inaspettata – di ottime performance nei sondaggi.

(continua su Notapolitica.it)