Mai fidarsi

Diceva Ronald Reagan: «The ten most dangerous words in the English language are “Hi, I’m from the government, and I’m here to help” ». La conferma ai giorni nostri è arrivata da Londra, dove il governo conersvatore/liberaldemocratico guidato da David Cameron nel giro di una settimana ha messo una nazione in stato di psicosi. Tutto è legato al prezzo del carburante che sta salendo anche in Gran Bretagna, mentre si avvicinano le feste pasquali. Dall’esecutivo – compreso il Primo ministro – sono arrivati suggerimenti del tipo: state calmi, ma se potete correte alla stazione di servizio più vicina a casa e riempite tutte le taniche che avete.

Il panico. File interminabili, pompe prosciugate e intanto gli addetti al settore cercavano di tranquillizzare i clienti, smentendo Cameron e i suoi: non ci sarà alcun sciopero nemmeno dei trasportatori, quindi non è necessario assalire i benzinai. Ci è quasi scappato pure il morto, quando una casalinga ha appoggiato una delle taniche riempite di carburante in cucina, con fornelli accesi ed è rimasta gravemente ustionata.

Le critiche alla gestione della situazione sono arrivate da tutte le parti, con fuoco amico allegato. L’invito di alcuni commentatori vicini al Partito conservatore è stato inequivocabile: ragionate con la vostra testa, non fatevi fregare dal governo. Soprattutto se promette di aiutarvi.