Piace a tutti

Roberto Maroni convince i leghisti. Di più: piace (molto) anche al centrodestra. A poche settimane dalla bufera che ha travolto la Lega Nord e costretto Umberto Bossi alle dimissioni da leader del Carroccio, Spincon ha provato a testare l’orientamento degli italiani nei confronti dell’ex ministro dell’Interno e i primi giudizi sul suo operato da segretario nazionale della Lega.

I risultati, come anticipato, sono molto lusinghieri. Il 65,7% di chi dichiara di aver votato Lega Nord alle ultime europee afferma che la propria propensione a rivotare per il Carroccio alle prossime elezioni politiche sarebbe “maggiore” se alla guida del partito ci fosse Bobo Maroni. Per contro, soltanto il 3,1% dichiara una propensione al voto “minore” in caso di leadership maroniana e un consistente 31,2% afferma di essere “neutrale” rispetto all’avvicendamento. Volendo anche qui applicare la metodologia utilizzata dal sondaggista americano Scott Rasmussen per calcolare il “presidential approval index”, cioè sottraendo le opinioni negative a quelle positive otterremmo un incoraggiante +62.6%.

Continua su Notapolitica.it