NBA Playoffs – Eastern

Rivolgiamo ora uno sguardo alla Eastern Conference, dove la situazione alla fine della regular season si presentava molto più delineata rispetto alla Western Conference.

CHICAGO BULLS (1) – PHILADELPHIA ’76ers (8)

I Bulls hanno conquistato il miglior record della Eastern Conference con un record di 50-13, nonostante l’assenza di Derrick Rose nell’ultima parte di stagione. Ora che il play di Chicago è rientrato, i Bulls di Andrea Mancia si presentano a pieno regime a questa serie contro i redivivi ’76ers di Iguodala, che hanno acciuffato l’ultimo biglietto utile per il viaggio nella postseason ad Est. Squadra molto interessante quella di Philly, con buoni elementi complementari come Young, Holiday e Williams (tutti molto giovani). Accanto a veterani come Iguodala e Brand e allenati con perizia dal buon Doug Collins (sosia ufficiale di Guido Bagatta, almeno 15 anni addietro), i 76ers con qualche buon innesto potranno in futuro togliersi parecchie soddisfazioni. Per quest’anno però l’ago della bilancia pende decisamente verso l’Illinois: la squadra di Thibodeau appare troppo superiore per farsi impensierire: miglior play della Lega, pacchetto lunghi completo (Noah, Boozer, Asik, Gibson), reparto esterni fortissimo (Deng, Korver). Degna di nota la presenza nel roster come back-up di Rose di John Lucas III, visto (troppo) brevemente a Udine quando l’arancione andava di moda in città.
Pronostico: Bulls.

BOSTON CELTICS (4) – ATLANTA HAWKS (5)

I Celtics vengono da una Regular Season contraddittoria, partita come peggio non si poteva e conclusa comunque con un discreto record di 39-27. Considerando che i Big Four hanno riposato ogni volta che Doc Rivers lo ha ritenuto opportuno, mi pare chiaro che Boston si è gestita proprio in vista della postseason, dove i vari Pierce, Allen, Garnett e Rondo torneranno a fare la differenza. Dall’altra parte troveranno gli Atlanta Hawks, che tenteranno il bis dopo che l’anno scorso sorpresero Orlando guadagnandosi un posto nella semifinale di Conference. Gli Hawks sono indubbiamente un gruppo collaudato, ben assortito ma è ormai evidente che Johnson e Smith non sono sufficienti per poter puntare quantomeno alla Finale di Conference. Prevedo comunque una serie molto combattuta, ma il mio giudizio pende a favore dei “ragazzi” di Doc Rivers.
Pronostico: Celtics.

 

INDIANA PACERS (3) – ORLANDO MAGIC (6)

Partiti senza i favori del pronostico, i Pacers sono la vera rivelazione della stagione e si sono meritatamente guadagnati il terzo posto della griglia ad Est. Guidati dal pino dal giovane Vogel e ben assemblati dal monumento Larry Bird dietro la scrivania, con le aggiunte di David West e Leandro Barbosa i Pacers potrebbero sorprendere qualcuno anche a maggio inoltrato. Si troveranno di fronte non una squadra, ma uno psicodramma: i Magic saranno senza Dwight Howard (schiena), hanno in Stan Van Gundy un coach praticamente già messo alla porta dalla squadra prima che dalla dirigenza e un gruppo dilaniato da polemiche interne. Se Superman si fosse fatto male un mese prima i Magic non sarebbero nemmeno entrati nelle prime sedici, quindi mi sento di poter affermare che in questa serie lo sweep è dietro l’angolo, a meno che brother Hedo non s’inventi qualcosa e riesca a far vincere ai Magic almeno una partita.
Pronostico: Pacers.

MIAMI HEAT (2) – NEW YORK KNICKS (7)

Senza dubbio la serie preferita da David Stern, che si aspetta un buon riscontro economico da questa serie. Parlando di basket sui Miami Heat non c’è molto da commentare, basta citare LeBron e Flash e si è già detto tutto. Per contro i Knicks del nuovo coach Mike Woodson hanno chiuso dignitosamente la stagione, archiviando il fenomeno Lin (ai box per problemi al ginocchio) e riconsegnando le chiavi a Carmelo, che ha “ripagato” la fiducia riportando i playoffs al Madison Square Garden (era comunque il minimo sindacale). Favoriti d’obbligo i ragazzi di Riley.. ehm Spoelstra, ma se Anthony (con JR Smith degnissimo scudiero) entra in ritmo potremmo assistere a duelli epici a suon di quarantelli stile Jordan-Wilkins tra lui e Lebron, anche se alla fine a prevalere saranno i ragazzi della Florida.
Pronostico: Heat.