Se fosse serio

Il problema non sono le agenzie di rating ma la credibilità del governo.
Facciamo dimettere premier o rischio Grecia.

In questa caccia disperata al colpevole speriamo non siano incolpate le agenzie di rating perché il problema non sono loro.
Il problema siamo noi che non abbiamo saputo fare una manovra strutturale per la crescita. Il problema è la credibilità internazionale del governo.
Per questo rivolgo un appello alle donne e agli uomini di buona volontà della maggioranza, perché evitino di aprire una pagina nera per l’Italia. Dobbiamo evitare lo spettro della Grecia perché altrimenti tutta la politica ne sarà travolta. Non difendano l’indifendibile e apriamo una fase nuova. Far finta di non sentire le sirene vuol dire portare l’Italia nel baratro: Monti è parte del problema e potrebbe essere anche parte della soluzione.

Se Pierferdinando Casini fosse una persona seria, oggi, avrebbe scritto una cosa come quella che leggete qui sopra. E che è tutta farina del leader Udc. La differenza con le deliranti dichiarazioni di oggi (“c’è un disegno criminale delle agenzie di rating contro l’Italia e l’Europa”) si chiama Silvio Berlusconi. Ricordatevelo quando cercherà di convincervi che è un politico serio pronto a governare il paese.