Landslide?

Paul A. Rahe, su Ricochet, non ha troppi dubbi: se Romney non cede alla propria naturale inclinazione verso la cautela, a novembre Barack Obama perderà le elezioni. E di brutto. “At some point, Romney needs to set aside his natural caution and timidity and go for the jugular. In the meantime, you should not be afraid. This is going to be fun, and our margin of victory is going to be large”.

Dalle parti dei Chigago Boyz, però, non sono così ottimisti: “A larger proportion of the US voting population is poorly educated and a larger proportion is dependent on government”. Meglio aspettare, dicono, che su Intrade.com le probabilità i vittoria di Obama scivolino al di sotto del 50%. Oggi sono al 58,8%.