USA 2012 – Weekly Recap

Inauguriamo oggi quello che, a scanso di eventi imprevedibili, diventerà un’appuntamento settimanale da qui fino al giorno delle elezioni americane. Alla fine di ogni settimana cercheremo di fare il punto della situazione per quanto riguarda i sondaggi nazionali, degli stati in bilico, del Senato e della Camera sottolineando quelle che saranno le variazioni più significative.

Iniziamo subito con gli ultimi sondaggi nazionali, anche se sarà ancora presto per valutare l’impatto della Convention Repubblicana di Tampa. Uscito proprio oggi è un sondaggio di Rasmussen che vede Romney davanti a Obama di tre punti percentuali. Mentre il sondaggio di venerdi scorso condotto da Gallup vedeva Obama in vantaggio di un solo punto.

1/09 Rasmussen: Romney 47 – Obama 44

31/08 Gallup: Romney 46 – Obama 47

La media Real Clear Politics degli ultimi 7 giorni rende evidente però come l’andamento degli ultimi sondaggi sia stato favorevole per il candidato del partito Repubblicano che ha continuato a guadagnare margine rispetto ad Obama che, ad oggi, avrebbe un risicato vantaggio dello 0.3%.

01.jpg 

SWING STATES

02.jpg

Come potete vedere dalla mappa realizzata da Real Clear Politics ad oggi sono attribuiti al partito democratico 221 voti elettorali sicuri mentre 191 sono quelli del partito Repubblicano. Ne restano quindi in ballo 126. Anche in questo caso però il trend è favorevole a Romney dato che gli ultimi cambiamenti di “status” nella mappa elettorale hanno testimoniato una debolezza di Obama che ha sempre perso terreno rispetto al rivale.

03.jpg

Ma andiamo a vedere nel dettaglio la situazione degli stati Toss Up. Visto però che per il momento i sondaggi sono un po’ antiquati la cosa importante da osservare è il trend dell’ultimo mese e la percentuale con la quale Obama vinse questi stati nel 2008.

Colorado: Obama +1,6 (2008 Obama +9)

L’ultimo sondaggio risale e al 22 agosto e vedeva Obama in vantaggio di quattro punti percentuali.

04.jpg

Florida: Obama +1 (2008 Obama +2,8)

In questo caso è dal 26 agosto che non vengono effettuati sondaggi ed essendo lo stato in cui si è tenuta la convention Repubblicana è abbastanza inutile considerare quelli precedenti. Costante comunque la crescita di Romney

05.jpg

 

Iowa: Obama +0,2 (2008 Obama +9,5)

Sondaggi datati anche per questo stato in cui il vantaggio di Obama oltre ad essere risicato è in constante declino dall’inizio di luglio.

06.jpg 

Michigan: Obama + 1,2 (20008 Obama +16,4)

Lo stato di Detroit, lo stato di Obama. L’ultimo sondaggio effettuato il 28 agosto vede l’attuale inquilino della Casa Bianca in vantaggio di 3  punti percentuali. Ma anche in questo caso è interessante l’andamento dell’ultimo mese

07.jpg

Nevada: Obama +3,3 (2008 Obama +12,5)

Fra gli stati in bilico è quello che sembra essere più stabilmente collocato nella casella del partito democratico. Il vantaggio di Obama è infatti rimasto più o meno costante negli ultimi mesi, anche se Romney sembra aver dato dei piccoli segni di ripresa

08.jpg

New Hampshire: Obama +3,5 (2008 Obama +9,6)

Più o meno stessa situazione del Nevada ma in questo caso è da quasi un mese che non vengono effettuare rilevazioni statistiche.

09.jpg 

North Carolina: Romney + 0,7 (2008 Obama +0,3)

Il primo stato che incontriamo in cui la media RCP premia il candidato Repubblicano. L’ultimo sondaggio effettuato il 26 agosto è della CNN e dava a Romney un vantaggio di un punto percentuale. Il trend dei sondaggi è abbastanza curioso infatti nonostante Romney abbia perso un po’ di terreno Obama per il momento non sembra averne approfittato.

10.jpg

Ohio: Obama +1,4 (2008 Obama +4,6)

Stato fondamentale nella corsa alla Casa Bianca. L’ultimo sondaggio di Columbus Dispatch risale al 25 agosto e dava i due candidati perfettamente alla pari. Anche in questo caso però l’andamento dei sondaggi sottolinea un progressivo calo del partito democratico durante l’ultimo mese.

ohio.jpg

Virginia: Obama +0,6 (2008 Obama +6,3)

L’ultimo sondaggio di Rasmussen del 23 agosto scorso dava i due candidati completamente alla pari. Ma l’andamento dei sondaggi sembra anche in questo caso essere favorevole al partito di Romney.

VIRGINIA.jpg 

Wisconsin: Obama +1,4 (2008 Obama +13,9)

Non si hanno più sondaggi in questo stato dalla metà di agosto. Fecero comunque scalpore i due sondaggi di PPP e di Rasmussen secondo i quali Romney conduceva su Obama di un punto percentuale.

WISCONSIN.jpg

 

SENATO

Non è un segreto che il principale obbiettivo del partito Repubblicano sia quello di conquistare la maggioranza sia alla Camera che al Senato. Mentre per la prima però non ci sono ancora sondaggi a disposizione la situazione per il Senato è la seguente:

14.jpg

Se anche in questo caso prendiamo in esame l’andamento di questi otto seggi Toss Up vediamo che il trend sembra favorire leggermente il partito Repubblicano che in cinque stati su sette presi in esame riesce a guadagnare terreno rispetto al partito Democratico.

15.jpg

  Real Clear Politics ha anche elaborato una previsione assegnando tutti gli stati ad oggi in bilico secondo la quale il partito Repubblicano ad oggi conquisterebbe la maggioranza con 51 senatori contro 49 (in realtà 48 + 1 indipendente) con ben 4 Pick-ups rispetto alle scorse elezioni.

16.jpg