Nfl 2013 – Round up

Esaurite le convention di Democratici e Repubblicani (vai Clint!), è ora di trattare un altro argomento di notevole importanza per il popolo a stelle e strisce: nel prossimo week-end partirà la regular season della National Football League e, puntualmente, ecco a voi una breve disamina delle Division con favorite, possibili sorprese, squadre in fase di ricostruzionee team derelitti. Come sempre, ai posteri l’ardua sentenza..

AFC East
I New England Patriots ripartono dalla cocente delusione dello scorso Superbowl: i top-players (Brady, Gronkowsky, Hernandez) ci sono, discrete le aggiunte in difesa e sulle corse, rimangono quindi tra i favoriti in chiave titolo. I New York Jets mirano ad un posto nella post-season, anche se bisogna vedere come gestiranno il dualismo tra il nuovo QB Tim Tebow e il precedente, l’ottimo Mark Sanchez; se coach Ryan riesce a gestire la pratica, li rivediamo a gennaio. I Buffalo Bills e i Miami Dolphins sono in piena ricostruzione, difficile per loro essere competitivi, più facile che arrivi qualche scalpo illustre, ma i play-offs rimangono lontani.
AFC North
Bella division, molto equilibrata: Joe Flacco e i suoi Baltimore Ravens sono arrivati a un field-goal dal Grande Ballo l’anno scorso, sicuramente ci riproveranno. Competitivi i Pittsburgh Steelers, almeno se Big Ben regge e molto interessanti i Cincinnati Bengals, anche in chiave play-offs. I Cleveland Browns, storicamente la squadra materasso del gruppo, sono chiamati a confermare i miglioramenti mostrati l’anno scorso, magari aggiungendo un paio di W al loro record.
AFC South
Gli Houston Texans sono i favoriti per il primo posto della division, dopo la spettacolare cavalcata dello scorso anno, conclusa solo a un passo dalla Finale di Conference; subito dietro i Tennesee Titans di Chris Johnson, sempre solidi candidati ad un posticino almeno a livello di wild-card. La grande novità sono gli Indianapolis Colts: perso Peyton Manning, si sono rifatti con la prima scelta assoluta dell’ultimo draft, il QB Andrew Luck, destinato, secondo gli esperti, a dominare la Lega nella prossima decade. Dare le chiavi in mano a un rookie è sempre un’incognita, ma potremmo trovarci di fronte a clamorose sorprese..
Fanalino di coda i Jacksonville Jaguars, senza speranze di arrivare oltre la Regular Season.
AFC West
Anche questa Division si presenta sulla carta molto incerta: Oakland Raiders, San Diego Chargers, Kansas City Chiefs e Denver Broncos possono legittimamente coltivare ambizioni da post-season. Grande attesa per l’esordio di Peyton Manning al timone della franchigia del Colorado: se la salute lo assiste, i Broncos diventano automaticamente una squadra che può puntare all’accesso al Superbowl. Personalmente mi stuzzicano molto i Chargers: l’anno scorso hanno mancato per un soffio i playoffs ma si sono rinforzati e Philip Rivers è un QB di assoluto livello. Inoltre, se a Green Bay si va allo stadio con i cheese-caps, nel sud della California sono soliti sfoggiare le maschere di Ray Misterio..
NFC East
Più che una Division, una bomba ad orologeria: I Dallas Cowboys e il loro QB Tony Romo non hanno più scuse e quest’anno paiono davvero competitivi; sono partiti bene andando a violare il MetLife Stadium dei campioni in carica New York Giants nell’anticipo dell’altra notte. Dal canto loro, i Giants presentano un organico piutosto simile a quello dell’anno scorso, quando hanno sovvertito più di un  pronostico. Completano il quadro i promettenti Washington Redskins del QB Robert Griffin III, seconda scelta assoluta dello scorso draft e squadra molto interessante guidata dal santone Mike Shanahan e i Philadelphia Eagles desiderosi di riscatto dopo la disgraziata stagione scorsa. Michael Vick ha promesso i playoffs, se trovano l’amalgama saranno problemi per tutti gli avversari.
NFC North
Tradizionalmente una delle Division più toste della Lega, non solo per i climi rigidi in cui ci si va a sfidare. I Green Bay Packers sono una delle migliori squadre della NFL, l’anno passato sono stati eliminati in casa, nella frozen tundra, dai futuri campioni dei Giants e quest’anno vogliono riproporsi da protagonisti; I mezzi per tornare al Grande Ballo ci sono tutti. Per contro i loro rivali storici, i Chicago Bears, appaiono oramai a fine ciclo, anche se potrebbero regalare ancora qualche sorpresa. Con i Minnesota Vikings ancora poco competitivi i veri outsiders sono i Detroit Lions, ottima squadra che ha i suoi punti di forza nel giovane QB Matthew Stafford e in una difesa molto dura. nel 2012 sono arrivati alla post-season, quest’anno potrebbero anche andare oltre le wild-card.
NFC South
Dopo gli scandali estivi ( il defensive coordinator è stato costretto alle dimissioni perchè sostanzialmente incitava i suoi a provocare danni fisici agli avversari), i New Orleans Saints si ripresentano ai nastri di partenza con i favori del pronostico: la squadra è di livello e Drew Brees è dato in eccellenti condizioni. Gli Atlanta Falcons sono una buona squadra, ma per arrivare ad essere una vera contender manca ancora più che qualche dettaglio. Male i Tampa Bay Bucaneers, la vera sorpresa potrebbe arrivare dai Carolina Panthers: nessuno li degna di grande considerazione ma mi sembrano ben attrezzati e hanno in Cam Newton un QB pronto a fare il salto di qualità. Sbaglierò di sicuro, ma per me faranno i playoffs.
NFC West
In assoluto la Division meno attraente: bene i San Francisco 49’ers, chiamati a confermarsi dopo essere stati a un passo dal Superbowl nel 2012. Gli Arizona Cardinals, i Saint Louis Rams e i Seattle Seahawks non mi sembrano squadre attrezzate per poter puntare in alto.. ma si sa , gli dei del football americano si divertono a sorprendere, quindi anche un team poco accreditato presso gli addetti ai lavori può ritagliarsi un ruolo da protagonista, come è accaduto proprio ai campioni in carica, che non venivano considerati una reale  contender al titolo.