The Uniter

Ha ragione chi dice che non è niente di che, alla fine, questo video messo online da Drudge Report. E’ un discorso di Obama del 2007, nel quale rende onore a uno che definisce il suo pastore (è stato la sua guida spirituale per 20 anni), uno che nei suoi sermoni orgogliosamente maledice gli Stati Uniti d’America e marcia per distruggere Israele (un amico e un grande leader, secondo Obama); e nel quale lui – quello che è uno uniter, non un divider – se la prende con New York perchè hanno ricostruito dopo l’11 settembre e con i suburbs che vanno dimenticati, perchè i soldi pubblici vanno spesi altrove.

Non è niente di particolarmente nuovo. Che Obama fosse cresciuto per 20 anni ascoltando un nemico degli USA e di Israele, considerandolo il suo mentore, si sapeva già. Che Obama accusasse i repubblicani di dividere mentre non ha saputo fare altro che questo, lo si sapeva già. Tutto sta a capire se per altri 4 anni il popolo americano vuole uno così alla Casa Bianca, oppure no. 

Io no. Ma non conto, non voto nemmeno. Certo, non sono cittadino americano: ma quelli che maledicono gli Stati Uniti li detesto, al contrario di Barack Obama che li considera “grandi leader” oltre che amici e mentori. Sarà per questo che dà fastidio quello che scrivo.