The Case for Romney

“Disclaimer: la mia decisione è grandemente influenzata dalle mie idee sull’Obamacareche ritengo dannosa per i pazienti, per i medici e per la medicina americana. Sono certo che questo abbia influenzato la mia decisione. Ma credo anche che la mia scelta sia basata più su ciò che ritengo il bene del paese che su quel che è meglio per me”.  
Comincia così la dichiarazione di voto di Bala Ambati in favore di Mitt Romney. Noto alla comunità scientifica statunitense più che al grande pubblico, Bala Ambati è un piccolo genio nato in India e cresciuto umanamente e professionalmente negli Usa.  Classe 1977, arriva in America all’età di 3 anni e cresce in varie città della East Coast. A 17 anni si laurea in medicina al Mount Sinai e diventa il più giovane medico del mondo. Oggi vive a Salt Lake City dove dirige il dipartimento di Ricerca sulla Cornea all’University of Utah, dopo aver concluso l’incarico di Direttore del servizio Cornea al Medical College of Georgia. A 35 anni ha già alle spalle una carriera di ricerca, direzione e insegnamento che pochissimi al mondo riescono a raggiungere nel corso di 30 anni di attività. 
In questo articolo  spiega in maniera terribilmente chiara e dettagliata Obama ha fallito e un liberale classico, americano, ma nato in India, non può che affidare a Romney il destino della nazione. Malgrado le molte riserve e perplessità sui record passati e la personalità dell’ex governatore del Massachussetts.