2. Le parole di Maggie

Ogni donna che capisce i problemi di gestione di una casa riuscirà meglio a capire i problemi di gestione di una nazione.

Le nazioni democratiche devono trovare un modo per staccare ai terroristi il tubo dell’ossigeno che li tiene in vita: la pubblicità.

L’Europa è stata creata dalla storia. L’America è stata creata dalla filosofia.

Sono straordinariamente paziente, sempre che alla fine riesca ad ottenere quello che voglio.

Faccio politica perché esiste un conflitto tra il bene e il male, e io credo che alla fine il bene trionferà.

Non mi interessa quanto parlino i miei ministri, se alla fine fanno quello che dico io.

Devo quasi tutto a mio padre ed è profondamente interessante per me che le cose che ho imparato in una piccola città, in una casa molto modesta, siano esattamente quelle che, credo, siano servite a vincere le elezioni.

Se i miei critici mi vedessero camminare sul Tamigi, direbbero che è perché non so nuotare.

In politica, se vuoi che qualcosa sia detto, chiedi ad un uomo; se vuoi che qualcosa sia fatto, chiedi ad una donna.

Conoscere il proprio nemico paga, non da ultimo perché qualche volta potresti avere l’opportunità di trasformarlo in un amico.

Nessuno si ricorderebbe del Buon Samaritano se avesse avuto soltanto buone intenzioni. Il fatto è che aveva anche il denaro.

I soldi non cadono dal cielo. Bisogna guadagnarli qui, sulla Terra.

Stare fermi in mezzo alla strada è molto pericoloso; rischi di essere investito dal traffico da entrambe le direzioni.

La battaglia per i diritti delle donne è stata in larga misura vinta.

Non ci può essere libertà senza libertà economica.

Ci sono persone nel mio partito che credono nella politica del consenso. Io li considero come Quisling, traditori. E dico davvero.

Curare il malessere britannico con il socialismo è stato come cercare di curare la leucemia con le sanguisughe.

Cos’è il successo? Credo sia una miscela tra avere intuito per la cosa che stai facendo, sapendo che non è abbastanza, che bisogna anche lavorare duramente e tenere sempre presenti i propri obiettivi.

Ronald Reagan ha vinto la Guerra Fredda senza sparare un colpo.

Quando tutti gli obiettivi di un governo includono il raggiungimento dell’uguaglianza – che non sia l’uguaglianza di fronte alla legge – questo governo rappresenta una minaccia per la libertà.

Se la tua sola opportunità è quella di essere uguale, allora non si tratta di un’opportunità.

Frenando chi ha successo, si penalizza chi ha bisogno d’aiuto.

Il socialismo ha prodotto risultati che vanno dal semplicemente misero al totalmente catastrofico: povertà, conflitto, oppressione e la morte di circa cento milioni di persone nei campi di sterminio solo in questo secolo. A questa dottrina si è opposto il credo conservatore in una libertà regolata dalla legge. E questa visione politica che ha trionfato con il crollo del Muro di Berlino. Da allora, la sinistra ha cercato di riabilitarsi prendendo le distanze dal suo passato.

La speranza non può essere la base di una politica di difesa.

Mi diverto sempre moltissimo se un attacco è particolarmente feroce perché penso, beh, se ricorrono agli attacchi personali vuol dire che non hanno più nessun argomento politico a disposizione.

Le persone credono che al vertice non ci sia molto spazio. Lo immaginano come l’Everest. Il mio messaggio è che c’è moltissimo spazio al vertice.

Guardate un giorno in cui siete estremamente soddisfatti. Non è un giorno in cui avete bighellonato senza fare niente; è un giorno in cui avevate da fare moltissime cose e le avete fatte.

Non esiste la società: ci sono gli individui, uomini e donne, e ci sono le famiglie.

da “Ideazione”, aprile 2006