Due taglie, due misure

0002Di lei si parlò già nel 2010, in piena campagna elettorale, quando venne presa di mira dai liberaldemocratici, poi finiti al governo di coalizione assieme ai conservatori. Se ne riparla da ieri, di Gloria De Piero (origini italiane per la ragazza): è stata nominata ministro ombra alle Pari opportunità da Ed Miliband, il leader del partito laburista che guida l’opposizione. Le hanno dedicato spazio anche sul Corriere della sera in un articolo in cui Fabio Cavalera la definisce “tosta, seria e bella”.

Continua Cavalera: “La gavetta l’ha fatta sul serio, incrociando miseria (o quasi) e subendo colpi bassi (ma è parte del gioco). Come quello che le tirò il tabloid Daily Mail il 28 marzo 2010, alla vigilia del voto per i Comuni, quando sparò in prima pagina: La stella dei Brown (all’epoca premier laburista) era una ragazza della pagina 3 (la pagina del Sun che pubblica foto di giovani col seno scoperto). Aggiungendo: ieri ha posato col primo ministro ma 20 anni fa era una «topless model». Titolo ripetuto due giorni fa sempre dal Mail, che è di fede tory. E’ vero, Gloria De Piero aveva 15 anni e si fece fotografare mezza nuda. «Avevo bisogno di qualche soldo per comperare i vestiti», ha sempre ribattuto tranquilla. E, in ogni caso, il pettegolezzo pruriginoso non paga dato che poi il collegio del Nottinghamshire per un soffio (152 voti sudati al fotofinish finale) l’ha spedita a Westminster”. 

Un ritratto della giovane è ospitato anche da FHM, mensile per il pubblico etero maschile (For Him Magazine).

Sì: foto con i seni di fuori, programmi televisivi, attività politica. Per altro c’è di mezzo lo stesso minsitero, alle Pari opportunità. Solo che Mara Carfagna non è laburista, peggio ancora: è berlusconiana. Quindi sarà bella, magari tosta, ma non seria. Perché è questo il paragone italiano che vi è venuto in mente, giusto?