A.I.F./ week 1

SEP-12-Top-2016-NFL-Expert-Picks-Week-2-900x400

AMERICA IS FOOTBALL/ WEEK 1

11 settembre, giorno di ricordo e di speranza. 11 settembre giorno di NFL: week 1 per l’America’s Game. Impossibile riassumere tutte le partite, spazio quindi agli “highlights” della giornata appena trascorsa.

Highlight/1 : il qb è ininfluente per Denver.
Sì, proprio così, dopo il ritiro del buon Payton tutti temevano il peggio per la squadra campione in carica. Smentiti: una d-line devastante capace di tarpare le ali all’attacco travolgente, ma non mostruoso come lo scorso anno, di Carolina.

Highlight/2: l’attacco vende biglietti, la difesa vince le partite.
Niente di più vero a San Francisco. I 49ers si impongono 28 a 0 contro i Rams ora di casa a LA. Una difesa quella di SF determinante, il risultato parla da sé. Da segnalare un buon Gabbert e un ottimo Hyde che ha tagliato, sminuzzato e mangiato la molle defense dei Rams. A si, lì vi gioca un certo Aaron Donald. Se qualcuno l’ha visto lo segnali alla polizia.

Highlight/3: a New England basta il coach.
Si, a New England pare superfluo schierare la squadra. Basta Belichick in panchina e la vittoria arriva sicura. Molti analisti e commentatori avevano predetto un disastro per i Pats a guida Garoppolo. Anche qui, come per Denver, smentiti. Vittoria onesta contro Arizona che sbaglia il kick della vittoria. Questi arrivano in finale di conference.

Highlight/4: Houston NON abbiamo un problema.
Pensi alla difesa dei Texans e ti appare JJ Watt. Si, quale uomo copertina. Ma, per fortuna, sotto la coperta c’è di più. JJ, ancora convalescente, stenta e si limita a mettere pressione. La d-line, comunque, mette a referto 5 sack su Cutler e spazza via molte paure. Chicago, inconsistente.

Highlight/5: Aaron Rodgers MVP.
E forse non serve aggiungere altro. Aaron è poesia. Col senno di poi azzardiamo che Favre, quando ha “tradito”, sapeva di poterselo permettere. I Packers sono una squadra formidabile, Aaron Rodgers è superlativo. Risolvete pure il sillogismo.

Ecco 5 momenti salienti della week 1.

Riservo l’ultimo spazio a “Degni di Nota” per segnalare ciò che ancora meriterebbe essere segnalato.

Degni di Nota/1 Jack del Rio, HC dei Raiders: c’è voglia di riscatto e sete di vittoria nella più bistrattata città della Gold Coast. La scelta di “andare per 2” a 1 minuto dalla fine contro i Saints la dice lunga su ciò che sarà la stagione di Oakland.

Degni di Nota/2 Kansas City Chief: il più grande comeback della loro storia. Da 24 a 3 contro San Diego alla vittoria nei supplementari. I Chiefs non muoiono mai.

Degni di Nota/3 Dak Prescott: il rookie QB di Dallas mette a segno una serie di down degni di un veterano. Guida ottimamente l’attacco dei Cowboys salvo poi mancare, non a causa sua, la possibilità di vincere sui Giants ad un minuto dalla fine. Sfortunato.

Degni di Nota/4 AJ Green: il WR di Cincinnati è la star maggiormente sottovalutata. Lui ci ha spiegato, con i fatti, il perchè di questa affermazione. Esplosivo.
Ps. Nei suoi confronti Andy Dalton ha ottenuto un passer rating perfetto.

Degni di Nota/5 Carson Wentz: 2ª scelta assoluta. Philadelphia ha dimostrato coraggio a lasciar andare Bradford. Coraggio ripagato dal giovane QB. Cresci bene, Carson.

Alla prossima settimana!