S. Walter Giuliano/2

gp3b

Quante emozioni, quanti ricordi… quanto freddo, qui, all’Ippodromo di San Walter Giuliano. Soffia una bora fortissima e senza cuffia e guanti in tribuna non si può proprio stare. Le poltroncine riscaldate dei nuovi impianti sono un miraggio ma si respira il profumo di scuderia e leggenda. La corsa clandestina a cui abbiamo assistito è la seconda dell’anno su questa pista e i tempi all’arrivo ci daranno un’idea abbastanza chiara della tendenza in atto.

Davanti a circa 1000 spettatori infreddoliti, con metà dei posti a sedere occupati, Assemblage Hétéroclite e Truie Blessée si sfidano di nuovo. Il cavallo bastian contrario (sostenuto dalle scuderie Groom de Bootz, Varenne, Frères Tricolòr, Société Genérélle de l’Energie, Gauche Passé, Igor Brick e dagli oppositori interni di Fan Idòle) è reduce da buone prestazioni su questo tracciato, spinto soprattutto da un pimpante Groom de Bootz, sempre a suo agio a queste latitudini.

Assemblage Hétéroclite parte come da pronostico fortissimo ed è subito davanti, imponendo all’avversario un ritmo difficilmente sostenibile.  Truie Blessée fa effettivamente fatica e, sostenuto dai fedelissimi di Fan Faròn in Fan Idòle, Ipson de le Scipiòn e Petit Vert,  cerca di non perdere la testa nei concitati minuti iniziali.

Nonostante passi più tempo in televisione che ad allenarsi, Fan Faròn sfodera un ultimo giro di grande impatto e riesce sul finale a rosicchiare qualche secondo all’avversario. Purtroppo per lui non basta. E Assemblage Hétéroclite  chiude il miglio con 4 secondi di vantaggio. Un margine importante ma che non lo mette al riparo da sorprese dell’ultim’ora, soprattutto se all’ippodromo si dovessero finalmente vedere i famosi tifosi che arrivano da oltreconfine. 

Rispetto all’ultima corsa clandestina disputata su questo percorso, Truie Blessée recupera un secondo e mezzo e quasi dimezza il distacco dal battistrada passando da -7 a -4 secondi. 

.

ORDINE D’ARRIVO
Assemblage Hétéroclite 52,0″
Truie Blessée 48,0″

.