Tags

Related Posts

Share This

Woodbridge, Virginia [30-10-2008]

22:06. Prima tappa del nostro tour della Virginia. Aspettando John McCain a Springfield la mattina del 1° novembre e Sarah Palin a Glen Allen nel pomeriggio dello stesso giorno, abbiamo deciso di piantare le tende, almeno temporaneamente, a Woodbridge, nella Prince William County, contea che con il passare degli anni sembra diventare decisamente purple. Qui Bush ha vinto con 8 punti di vantaggio nel 2000 e con 6 punti nel 2004 (per capirci, lo stesso distacco di Dole su Clinton nel 1996, malgrado la presenza di Perot). A prima vista, la zona qui intorno sembra più immersa nella Bush Country che contagiata dall’Obamania: foreste, casette con giardino, centri commerciali, una strada (da noi sarebbe un’autostrada) piena di fast-food e ristoranti. Noi abbiamo fatto un salto da Best Buy e mangiato da Famous Dave’s, con estrema soddisfazione. Qui sotto trovate una piccola selezione fotografica della giornata. A domani! 🙂

Se non avessimo già il cavallo, forse potremmo chiedere un passaggio a lui…

Capitol Hill, sullo sfondo. L’America, in primo piano.

Il nostro cavallo nella stalla (18$ per tre ore…).

Un lampione patriottico.

Chi sono quei due a fianco di Andrea?

L’ufficio di reclutamento dell’esercito a due passi dalla Casa Bianca.

Stop the ACLU!

Una mosca bianca a Washington D.C.

Pranzo a California Grill: bacon cheesegurger, chicken wings, pepsi cola (quella vera non c’era), acqua Perrier (una delle tre cose che sanno fare i francesi, oltre alle Lacoste e ad arrendersi).

Massachusetts Avenue a Washington D.C.: you can’t go leftier than that.

Il monumento a George Washington.

Ronald Reagan Airport: Ronnie, we miss you so much…

E’ ora di abbandonare l’Obama Country. Goin’ South.

Un motel economico con camere per fumatori, connessione wi-fi gratuita e tv via cavo. Abbiamo trovato la stalla adatta per il nostro cavallo. Benvenuti a Woodbridge, Virginia.

Degna conclusione della serata da Famous Dave’s con una BBQ Combo annaffiata da Bud.