Tags

Related Posts

Share This

Propaganda Reuters

La Reuters beccata ancora  una volta (anzi  due!) a taroccare fotografie in nome della propaganda anti-israeliana (quando si potrà , finalmente, tornare a chiamare l’antisemitismo con il proprio nome?). Nella prima delle due coppie di fotografie, Reuters ha cancellato un coltello in mano a un “pacifista”, una grande chiazza di sangue e il braccio, anch’esso insanguinato, di un soldato israeliano. Trasformando una scena splatter in “Bambi torna a Gaza”. Anche nel secondo caso,  a scomparire è un grande coltello, lo strumento preferito dai militanti filo-palestinesi per esportare la pace in Medioriente.