Diciottenni

Ma i diciottenni italiani sono più scemi dei tedeschi e dei francesi? Leggo critiche buffe a una proposta di buon senso. La legge costituzionale che stanno votando in parlamento non prevede di trasformare Montecitorio in una consulta giovanile. Prevede solo di stabilire il principio per cui, se sei considerato abbastanza maturo per votare, devi essere considerato anche in grado di presentarti al giudizio degli elettori e, se del caso, essere eletto. Funziona così più o meno ovunque in Europa. O mi volete dire che gli italiani sono più tonti dei coetanei olandesi, spagnoli, inglesi e così via?

Da noi a 18 anni puoi essere sindaco di Milano, presidente della Regione Lazio, ministro della Repubblica: è una bislaccheria che ti sia proibito per legge costituzionale di candidarti in parlamento. Se hai 90 anni rischi di essere troppo rincoglionito per stare in parlamento, ma la costituzione non ti vieta l’ingresso. Perché c’è sempre la possibilità di un’eccezione.

Ps. Giovanardi sostiene: “S’è mai visto Santa Romana Chiesa fare vescovi dei seminaristi?”. Direi che forse la Chiesa è meglio lasciarla perdere: Leone X de’ Medici fu nominato cardinale a 14 anni, mentre era in seminario a Siena e fu eletto Papa senza nemmeno essere prete. KrilliX non è un’esperta: è solo un esempio che mi viene in mente guardando la serie tv sui Borgia.v sui Borgia.