Oriana

La mamma me ne aveva fatti leggere un paio. Lettera a un bambino mai nato, Intervista con la Storia, Insciallah. Tutti molto belli, ma erano letture lontane, come sono lontani molti miti della letteratura mondiale.  Poi l’undici settembre e quel “tacere che diventa una colpa” e l’articolo più bello che sia mai stato scritto. Oriana Fallaci è La Rabbia e l’Orgoglio, il suo risveglio, il risveglio delle nostre coscienze. Quattro anni fa un alieno se l’è portata via e a noi manca un bel po’. Nessuno ha saputo raccontare così bene l’America del 12 settembre e il 12 settembre dei tanti americani dentro che popolano l’occidente. Nessuno ha saputo scrivere nero su bianco, con così tanta lucidità, tutta la nostra rabbia, tutto il nostro orgoglio, tutte le nostre lacrime.